Il Meotode

Ci sono rimaste delle foto di Chōki Motobu in una strana postura, che i giapponesi hanno interpretato come “guardia”. In realtà non si tratta di una guardia ma di una tecnica definita Meotode dallo stesso Motobu, ovvero “mani marito e moglie”. Con questa definizione Motobu si riferiva ad una tecnica unica che scaturisce da due movimenti indipendenti delle mani e perfettamente complementari nell’economia del combattimento. Questo principio fa parte del karate antico più genuino ed è comune a diverse scuole tra cui ovviamente il Motobu Ryu, ma anche il Matsumura Seito e il Ryu-te. È anche la prima tecnica del Passai di Oyadomari.

Chōki Motobu in Meotode
Choshin Chibana in Meotode

Ed ecco alcune delle possibili applicazioni di questa tecnica considerata di livello superiore nonostante l’apparente semplicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.